Napoli-Bologna 3-2, decide Mertens nel finale

napoli-bologna

Brutto ma vincente, il Napoli di Ancelotti chiude il 2018 con tre punti sofferti ma vitali contro il Bologna, di certo non una delle formazioni più irresistibili della Serie A e nemmeno in un periodo di forma smagliante. Senza Koulibaly e Insigne, squalificati, e Hamsik, infortunati, gli azzurri non hanno mai dato la sensazione di superiorità, anzi.

Dopo l’ottima partenza dei felsinei, è Milik ad aprire le marcature in mischia, al 16′. Il polacco sfiora il raddoppio in un altro paio d’occasioni, sempre di testa, ma i ritmi sono bassi e il Bologna, trascinato da un ottimo Poli e uno sgusciante Palacio, si rende sempre pericoloso nelle ripartenze. Il pareggio di Santander, poco dopo la mezz’ora, con un bel colpo di testa all’incrocio, è meritato.

La ripresa sembra cominciare nel migliore dei modi per il Napoli, al 51′ Malcuit pennella un bel cross di esterno per Milik (gol numero 10 in campionato) che sovrasta il centrale ospite e batte Skorupski. Ancora una volta, però, i padroni di casa commettono l’errore di abbassare i ritmi, tenendo in equilibrio il punteggio fino ai minuti finali. E, puntuale, arriva il 2-2 di Danilo (altro colpo di testa su calcio piazzato) a dieci dalla fine. Fortuna per il San Paolo che Mertens all’87’ rompe il digiuno da gol con una conclusione dal limite che coglie impreparato Skorupski. Il Napoli chiude il girone d’andata a quota 44 punti, secondo a -9 dalla Juventus.